L'aquila reale, la cacciatrice delle vette inaccessibili!

 Stampa
aquila-reale_04

Andiamo alla scoperta dell'aquila reale, uno degli uccelli più maestosi e fieri. E il più importante tra i predatori alati, diffuso in quasi tutti i continenti. Guardala nella fotogallery!

Quattro kg di peso, anche di più, e oltre due metri di apertura alare: sono gli impressionanti numeri dell'aquila reale, uno degli uccelli rapaci più famosi e amati. Capace di picchiare a più di 200 km/h, l'aquila reale è davvero la regina dei cieli. Scopriamola nella grande Enciclopedia degli animali di Focus Junior!

Le caratteristiche

L'aquila reale è presente in tutta l'Eurasia, in Africa settentrionale e nel Nord America, dove occupa gli ambienti aperti e semi-aperti dal livello del mare fino a 3.600 m di altitudine. Questo rapace, che si incontra nelle zone di montagna ma è in grado di nidificare anche nelle aree umide come gli estuari, è il più grande uccello predatore del Nord America ed è caratterizzato da ampie ali la cui apertura varia da 180 a 220 cm.

La femmina è più grande del maschio di circa il 20% e mediamente pesa fra i 4 e i 6,5 kg mentre il compagno “solo” 3-4,5 kg. Con una lunghezza del corpo di 70-84 cm, gli adulti hanno un piumaggio marrone interrotto solo da una regione color oro sulla testa. I giovani sono assai simili, ma si distinguono per le macchie bianche al centro delle ali.

 

Il comportamento

Oltre a essere monogama, l'aquila reale forma delle coppie che vivono insieme tutto l'anno. Nella maggior parte dei casi, Aquila chrysaetos non migra e vive l'intera vita all'interno di un area di 20-30 km2. Quando inizia la stagione riproduttiva, tra febbraio e metà aprile, questi rapaci inscenano un corteggiamento molto spettacolare che include voli ondeggianti, inseguimenti, picchiate, attacchi simulati (con tanto di artigli sguainati!), impennate e giravolte. Una coppia può avere più nidi e spesso riutilizza quelli degli anni passati.

Questi sono posizionati anche a 100 m di altezza sulle scogliere oppure sugli alberi o in cima a strutture artificiali, come le torri di osservazioni, e sono spesso enormi (fino a 6 m di altezza e 2,6 m di larghezza). Al suo interno la femmina depone mediamente 2 uova che incuba per 35-45 giorni, per la maggior parte del tempo da sola.

 

Una volta nati, i pulcini ricevono cibo da entrambi i genitori e lasciano il nido tra i 45 e 81 giorni di età camminando e saltellando. Il primo volo, invece, avviene intorno alla decima settimana di vita e l'indipendenza dai genitori 32-80 giorni dopo l'involo.

Per riprodursi la prima volta i giovani devono aspettare fino a 4-7 anni, ossia quando vestono il piumaggio adulto. L'aquila reale in natura può vivere fino a 32 anni.

Munite di una possente muscolatura, questi uccelli riescono a trasportare in volo prede che pesano fino a 8 kg. La loro dieta è composta principalmente da piccoli mammiferi come conigli, lepri, scoiattoli, cani della prateria e marmotte, ma mangiano anche uccelli, rettili e pesci.

La tassonomia

Classe: Uccelli
Ordine: Falconiformes
Famiglia: Accipitridae
Specie: Aquila chrysaetos
Stato conservazione: rischio minimo (LC)

02 Aprile 2014 | Aggiornato il 03 Agosto 2017
Non ci sono ancora commenti!
Per poter aggiungere un commento fai login oppure registrati!

ULTIME NEWS
Conigli e gatti "gemelli": che teneri!
02 Dicembre 2017 
Condividi
Animali domestici davvero strani
22 Novembre 2017 
Condividi
SEGUICI        
ABBONATI
© 2016 Mondadori Scienza Spa | P.IVA 09440000157 | Capitale Sociale : € 2.600.000 i.v.