Donna Moderna
FocusJunior.it > Animali > Disegnare con il gps e una bicicletta

Disegnare con il gps e una bicicletta

Stampa
Disegnare con il gps e una bicicletta

Avrete mai pensato di fare dei disegni con una bicicletta e un gps? L'americano Michael J. Wallace sì, e lo fa dal 2010. Ecco come.

Cos'è un gps? Ok, lo sappiamo tutti: gps è una sigla e significa global positioning system . Il ricevitore gps (questo è il suo nome esatto) è, appunto, un ricevitore dei segnali mandati a terra dai 31 satelliti del sistema americano Navstar Gps . Il ricevitore (può essere un gps classico oppure uno smartphone con gps incorporato), funziona se riceve il segnale di almeno 4 dei 31 satelliti che compongono la flotta Navstar , che orbitano nello spazio a un'altitudine di circa 26 mila chilometri . Se viene ricevuto il segnale di un maggior numero di satelliti la precisione del risultato è migliore.

 

È tutta questione di matematica

Grazie a questo segnale, il gps risolve 4 equazioni matematiche che sfrutta per ricavare le coordinate geografiche (ossia la posizione) del luogo in cui ci si trova, con una precisione di circa 20 metri (o anche meno).
Questa, in breve, è la tecnologia del gps . Che Michael J. Wallace ha sfruttato in un modo molto originale, ossia per disegnare cose buffe usando come “foglio” la mappa della sua città ( Baltimora, in America ).

 

Una città davanti alle ruote

Per riuscirci è andato in bicicletta lungo un percorso pensato in precedenza , che ha registrato, percorrendolo, nella memoria del suo gps, fissato sul manubrio . Poi, una volta rientrato, ha scaricato i dati del gps sulle Google Maps . Magicamente, tracciato in rosso, è apparso il percorso che aveva compiuto e...

 

Guardate nelle foto che cosa “ha disegnato” Marc con la sua bici e il ricevitore gps . Siete capaci di riconoscere i disegni? Uno, in particolare, dovrebbe esservi mooolto familiare . Qual è? Scrivetelo nei commenti.