Donna Moderna
FocusJunior.it > Animali > Dinosauri > Zolfo, asteroidi e tsunami: ecco come finì l’era dei dinosauri

Zolfo, asteroidi e tsunami: ecco come finì l’era dei dinosauri

Stampa

L'analisi del cratere Chicxulub in Messico ha svelato i dettagli del cataclisma che 66 milioni di anni fa cancellò tre quarti della vita terrestre

A provocare l'estinzione dei dinosauri fu la caduta di un grosso asteroide? Sì, ma non solo...

In un articolo comparso su Proceedings of the National Academy of Sciences infatti, il team di ricercatori dell'Università di Austin (Texas) ha svelato i retroscena della catastrofe emersi dallo studio dei materiali presenti all'interno del cratere Chicxulub, l'immensa cavità che si formò in seguito all'impatto con il famigerato asteroide.

UN MIX DI DISTRUZIONE SENZA PARI

Analizzando rocce e fossili ritrovati nel cratere situato sotto la penisola dello Yucatan (Messico), gli scienziati sono riusciti a ricostruire gli eventi accaduti nelle 24 ore immediatamente successive alla caduta del colossale "masso spaziale".

Cosa accadde dunque?

Il tremendo scontro formò un profondo buco nel terreno, "modellando" ai margini della depressione venutasi a creare una nuova catena montuosa. Nell'enorme buca venne invece trascinata l'acqua dell'oceano insieme a tonnellate e tonnellate di detriti. Ciò riempì il cratere, provocò terremoti e generò un gigantesco tsunami che si abbatté sulle coste. Le stime dicono che la portata d'acqua fu tale da lambire l'attuale stato dell'Illinois (che se cercate su una cartina geografica si trova bene all'interno del territorio statunitense!).

Non solo. L'impatto, portatore di una potenza di dieci miliardi di volte superiore a quella della bomba atomica che disintegrò Hiroshima, fuse la roccia e alzò una colonna di detriti che liberò nell'aria una grossa quantità di zolfo.

Lo zolfo quindi impregnò l'atmosfera trattenendo i raggi solari. In questo modo le temperature si abbassarono vertiginosamente e i (pochi) dinosauri che erano sopravvissuti alla sequela di catastrofi innescate dall'asteroide, perì per il cambiamento climatico. Solo il 15% della vita terrestre riuscì a resistere e porre le basi per la vita che conosciamo oggi.