Donna Moderna
FocusJunior.it > Animali > Dinosauri > Il dinosauro arcobaleno che viveva in Cina

Il dinosauro arcobaleno che viveva in Cina

Stampa
Il dinosauro arcobaleno che viveva in Cina
Velizar Simeonovski, the Field Museum, for Ut Austin Jackson School of geosciences

Il fossile del dinosauro alato si trova al Museo Paleontologico di Liaoning, in Cina, e mostra come l'antica specie possedesse un singolare mix di caratteristiche evolutive. Scopri di più con Focus Junior!

Che i dinosauri non fossero tutti lucertoloni con la pelle squamata ormai è piuttosto risaputo, anche se l'immaginario collettivo è ormai molto influenzato dai rettili preistorici "fittizi" comparsi nei grandi film come l'intramontabile Jurassic Park.



Nelle zone dell'odierna Cina però viveva un dinosauro piumato variopinto dall'aspetto talmente strano che avrebbe destato curiosità persino in quei tempi remoti.





Stiamo parlando del Caihong juji (così lo hanno chiamato gli scienziati della Shenyang Normal University che ne hanno studiato il fossile), che dal cinese mandarino si traduce più o meno come "arcobaleno dalla grande cresta".



 



Il nome deriva infatti dal coloratissimo piumaggio, simile a quello di un pappagallo o di un colibrì, che contornava la testa del dinosauro vissuto all'incirca 160 milioni di anni fa.



 Come hanno fatto a conoscere i colori delle piume?


Grazie all’eccezionale conservazione dei melanosomi, ossia le sacche pigmentali (pigmento = colore) delle penne, le quali hanno mantenuto la struttura cellulare originaria e cha ha permesso di risalire alla colorazione del piumaggio fossile. 



Ma questa non è l'unica stranezza...


 



Secondo quanto riportato sulla rivista Nature Communication, il "dinosauro arcobaleno" rappresenta un caso evolutivo quasi unico, in quanto dall'analisi del suo fossile sono emerse sia caratteristiche innovative per l'epoca, sia tratti fisici decisamente più antichi.





Il colore acceso e variegato del piumaggio, ad esempio, è stato riscontrato solo in specie ben più "giovani" (almeno 40 milioni di anni) e anche l'asimmetria delle piume sulla coda - e non sulle ali come invece altre creature capaci di volare - rappresenta una novità per quel periodo.



 



La cresta e il cranio (stretto e allungato) invece, appaiono simili a quelli di dinosauri ben più "vetusti".