Donna Moderna
FocusJunior.it > Animali > Dinosauri > Ecco come i dinosauri riuscivano a covare le uova senza romperle

Ecco come i dinosauri riuscivano a covare le uova senza romperle

Stampa
Ecco come i dinosauri riuscivano a covare le uova senza romperle
Ipa-agency

Uno studio di ricerca internazionale ha scoperto la tecnica dei bestioni preistorici: il segreto è la posizione...A ciambella!

Come facevano bestioni di una tonnellata a covare le uova senza fare una gigantesca frittata?

La risposta a questo mistero è giunta da uno studio pubblicato su Biology Letters e sviluppato da un gruppo di paleontologi canadesi, cinesi e giapponesi: i dinosauri, anche quelli più grossi, disponevano le uova in cerchio e vi si sedevano in mezzo in modo da proteggere i futuri cuccioli da predatori e intemperie, senza però correre il rischio di spiaccicare i gusci con il proprio peso!
Un nido...A ciambella!

I ricercatori sono giunti ad una simile conclusione dopo aver osservato più di 40 nidi fossilizzati appartenuti a diverse specie di oviraptosauri, dei grossi carnivori piumati del periodo Cretaceo che facevano della grossa stazza una delle loro caratteristiche principali.

Questi colossi preistorici abitavano una vasta zona tra Cina e Mongolia e le loro tecniche di nidificazione variavano a seconda delle dimensioni delle varie specie.



Gli oviraptosauri più piccoli infatti allestivano dei nidi "a ciambella" di poche decine di centimetri, mentre gli esemplari più grossi creavano cerchi dai diametri anche superiori ai tre-quattro metri.

Tale strategia consentiva alle madri di accovacciarsi nel mezzo della covata e difendere la sua prole da eventuali "profanatori" di nidi o agenti atmosferici nocivi. Il tutto, senza pesare direttamente sulle uova, le quali erano sì belle pesanti (anche più di sette chili), ma non avrebbero mai potuto reggere la mastodontica mole di mamma dinosauro!