Donna Moderna
FocusJunior.it > Animali > Dinosauri > Dinosauri: sangue caldo o sangue freddo?

Dinosauri: sangue caldo o sangue freddo?

Stampa

I dinosauri avevano il sangue caldo o il sangue freddo come quello dei rettili che conosciamo? Scoprilo con noi... analizzando i loro denti!

Gli scienziati, da sempre, discutono sulle caratteristiche del sangue dei dinosauri . In particolare, il paleontologo americano Robert T. Bakker ha elaborato una teoria secondo la quale, i dinosauri possedevano uno straordinario metodo di regolazione, in grado addirittura di riscaldare o raffreddare il sangue secondo le necessità. Una regolazione che non deve stupire poiché è molto simile a quella dei mammiferi, in cui la temperatura è regolata dal corpo.

 

Un'idea antica

Inizialmente  i paleontologi ipotizzarono che i dinosauri, essendo grandi e terribili lucertole, fossero molto simili agli altri rettili conosciamo e che perciò, per riscaldare i loro corpi, avessero bisogno di stare al sole.

 

Ti piacciono i dinosauri? Pensi di sapere tutto su questi magnifici bestioni? Scoprilo con il super-quiz di Focus Junior

 

Queste ipotesi caddero nel momento in cui vennero ritrovati fossili di dinosauri polari , in territori dal clima freddissimo. Si trattava di dinosauri piumati le cui piume fornivano un efficace sistema di isolamento termico. Inoltre, in alcune ossa vennero trovati residui di strutture di vasi sanguigni tipiche di organismi endotermici, ossia capaci di riscaldarsi. Queste scoperte confermarono la possibilità che alcuni dinosauri fossero in grado di regolare la propria temperatura con metodi biologici interni.

 

 

 

 

Più erano grandi, più erano caldi

I misteri sui dinosauri non finiscono qui . Secondo recenti studi compiuti da Robert Eagle (dell'università di Bonn) e da Thomas Tütken ( del California Institute of Technology) , maggiore era la dimensione dell'animale, più alta era la sua temperatura . Per arrivare a questa conclusione il team di ricercatori ha sviluppato  un'equazione matematica che lega tra loro dimensioni, temperatura e tasso di crescita.

Applicando questa equazione sfruttando la crescita dello smalto dentale di moltissimi fossili di dinosauri, r isulta che  i dinosauri più piccoli potevano avere una temperatura di circa 25 °C, la maggior parte dei dinosauri di taglia media aveva una temperatura tra i 36 °C e i 38 °C mentre, i più grandi, potevano raggiungere e superare i 40 °C.  
Questa teoria potrebbe spiegare anche un altro fatto relativo ai dinosauri: per quale ragione, questi animali, non sono diventati ancora più grandi di come li conosciamo?
Semplice: nessun animale può sopravvivere a una temperatura corporea superiore ai 45 °C!

 

Incredibile, no? Dite la vostra!