Donna Moderna
FocusJunior.it > Animali > Curiosità animali: Shoebill, l’anello mancante tra la cicogna e lo pterodattilo! | Focus Wild

Curiosità animali: Shoebill, l’anello mancante tra la cicogna e lo pterodattilo! | Focus Wild

Stampa

La storia di un uccello che potrebbe tranquillamente essere rimasto intrappolato nel ghiaccio milioni di anni fa ed esserne uscito soltanto ora!
Lo Shoebill è stato per molto tempo ascritto alla famiglia delle cicogne , in realtà, ha più cose in comune con uno pterodattilo , e per questo fa parte dei pelecaniformi (a cui appartengono tutti gli uccelli con denti ossei mai esistiti!) ed è l'unico rappresentante del genere Balaeniceps. Shoebill significa becco a scarpa , ed impareremo a capire perché...
img src="/media/special/2011/ottobre/shoebill2.jpg" alt="shoebill2.jpg">
Il becco a scarpa ha un collo tarchiato, una testa molto grossa, è alto fino a 150 cm e la sua apertura alare raggiunge i 260 cm, proprio per questo, il becco a scarpa ha qualche difficoltà a... ehm... volare! Infatti necessita di grandi spazi per poter volteggiare con le sue enormi ali, e questo, a volte, rovina le sue perfezionatissime tecniche di caccia.
Per cacciare questo uccello, che appare quasi preistorico, fissa a lungo la preda, e dopo aver aspettato anche per ore il momento giusto, si lancia all'attacco lasciandosi cadere su di essa con un gesto chiamato "collasso".
La natura gli ha fornito anche una terribile arma: il suo potentissimo becco, molto simile ad uno zoccolo di legno, incurvato e con la punta munita di uncino . Come se non bastasse la sua mascella inferiore è rivestita di una membrana coriacea. Per fortuna almeno non ha più i denti...
La leggenda dice che il becco a scarpa si chiami così perché questi uccelli un tempo si nutrivano usando le scarpe come ciotole ed una volta, ad uno di questi, rimase il becco incastrato . Da lì tutti i suoi discendenti possedettero quel becco... ma noi preferiamo vederlo scientificamente come un cugino del più noto dinosauro volante: lo pterodattilo!