Donna Moderna
FocusJunior.it > Animali > Come fanno i gechi a camminare sull’acqua?

Come fanno i gechi a camminare sull’acqua?

Stampa
Come fanno i gechi a camminare sull’acqua?
pixabay

Uno studio della Rockefeller University spiega un altro dei superpoteri di questi curiosi rettili

Il geco è un animale con poteri davvero eccezionali: può camminare su terreni accidentati, stare attaccato ai muri senza cadere e usare la coda per compiere acrobazie eccezionali. Ma forse non tutti sanno che può addirittura camminare sull'acqua!

Acrobata acquatico

In realtà non è l'unico animale che riesce a farlo: i ragni, per esempio, sfruttano la tensione superficiale dell'acqua (cioè la forza creta dalle molecole sulla superficie, che si attraggono le une con le altre) per galleggiare, mentre animali più grandi come il basilisco sfruttano la loro potenza per "staccarsi" dalla superficie mentre camminano.

Ora uno studio della Rockefeller University ha stabilito che il geco, molto più grande dei ragni e più piccolo del basilisco, utilizzi in realtà una serie di trucchi per riuscire a compiere questa acrobazia.

.
Credits: pixabay

Il primo è questo: quando colpiscono la superficie dell'acqua creano una "bolla" d'aria tra le zampe e la superficie dell'acqua che li aiuta a sorreggere il loro peso, facendoli camminare su una specie di "salvagente". Anche la tensione superficiale li aiuta a sovrastare il liquido, nonostante il loro peso sia notevolmente superiore a quello dei ragni.

Ma la caratteristica che li rende unici, e che consente loro di muoversi con agilità e leggerezza sulla superficie dell'acqua, è la loro pelle idrorepellente, cioè che respinge l'acqua.

E' proprio questo il trucco vincente grazie al quale sembrano letteralmente "volare" sulla superficie liquida!

.
Credits: pixabay

Secondo gli scienziati che hanno condotto questa ricerca, queste scoperta sarà molto utile per mettere a punto robot con le stesse caratteristiche del geco che potranno "camminare" sull'acqua, e quindi essere utilizzati per portare soccorso in zone colpite dalle alluvioni.