Donna Moderna
FocusJunior.it > Animali > I cani più famosi nel cinema

I cani più famosi nel cinema

Stampa
I cani più famosi nel cinema
Pixabay

“Reciti da cane” detto a un attore non è un gran complimento. Ma se lo dicessimo proprio ad un cane? Forse non sarebbe un’offesa, anzi! Basterebbe dare un’occhiata ai tanti cani che sono stati protagonisti al cinema, in film o in cartoni animati, per renderci conto che gli animali sullo schermo hanno davvero del talento!

Pronti a conoscere le grandi star canine? Pensate che alcune di loro hanno anche lasciato la zampa sulla Hollywood Walk of Fame, la strada di Hollywood piastrellata di stelle con i nomi delle celebrità dello spettacolo.

 

1. I primi a scodinzolare in scena: Rin Tin Tin, Strongheart e Lassie

Il primo cane a recitare al cinema fu Rin Tin Tin, un pastore tedesco con una storia davvero particolare e affascinante: venne trovato da Lee Duncan, un soldato americano, in un canile bombardato durante la Prima Guerra Mondiale in Francia. Duncan lo portò a Los Angeles, lo tenne con sé e lo addestrò in alcuni numeri da circo. Proprio qui il produttore cinematografico Darryl F. Zanuck lo notò, lo scritturò e lo lanciò con il film “Where The North Begins” nel 1923. Da quel momento, Rin Tin Tin divenne protagonista di film, fiction e fumetti per ragazzi e la sua zampa è finita sulla Walk of Fame di Hollywood. Altra star del grande schermo è Strongheart, il nome cinematografico del pastore tedesco von Etzel Oeringen che dovette abbandonare la carriera da cane poliziotto per recitare in numerosi film, tra cui un adattamento nel 1925 di Zanna Bianca. Gran parte dei suoi film è andata però perduta. Ma tra quelli più conosciuti con un cane c'è senza dubbio “Torna a casa Lassie!”: il film fu realizzato nel 1943, tratto dal libro per ragazzi che portava lo stesso titolo e che era stato venduto in milioni di copie e tradotto in ben 26 lingue. Il successo del film in Italia fu tale che per decenni la razza canina collie (o pastore scozzese) venne chiamata proprio “Lassie”, come il cane protagonista. 

Pixabay

2. Uggie, il cane da Oscar

Uggie è il nome del  Jack Russell Terrier che nel 2012 per la sua interpretazione nel film "The Artist" ha portato a casa il Palm Dog al Festival del Cinema di Cannes e il Golden Collar Award. Purtroppo, la piccola star è venuta a mancare lo scorso anno: aveva 13 anni ed era malato di tumore. Tuttavia, la sua impronta è impressa nella Walk of Fame di Hollywood a ricordare le sue grandi capacità cinematografiche.

 

3. Jerry Lee, il cane poliziotto

Un Poliziotto a quattro zampe è il titolo della commedia del 1989 con protagonisti il detective della polizia Michael Dooley e il cane poliziotto Jerry Lee. L’incontro tra i due non sarà all'inizio tutto rosa e fiori, ma pian piano cominceranno a capirsi e a collaborare, diventando davvero affiatati. 

 

4. Beethoven, il tenero San Bernardo

"Beethoven” è un film del 1992 dedicato a tutta la famiglia: la divertente commedia ha per protagonista proprio Beethoven, un cane di San Bernardo chiamato come il celebre compositore e pianista tedesco Ludwig van Beethoven. L’interprete di Beethoven è Chris, cane addestrato da Karl Miller, uno dei più noti istruttori di animali americani.

 

5. Scooby-Doo e i misteri intorno al mondo

Scooby-Doo è l’alano fifone che insieme ai quattro amici umani Daphne, Velma, Shaggy e Fred viaggia a bordo del furgone "Mystery Machine" per risolvere misteri intorno al mondo. Già protagonista del cartone animato, Scooby-Doo è arrivato al cinema nel 2002 con un film realizzato in tecnica mista: gli attori erano in carne ed ossa, mentre il cane era realizzato con il supporto di grafica computerizzata e animatronica.

 

 

6. Cani, i migliori amici anche al cinema

Che il cane sia il migliore amico dell’uomo è un dato di fatto, anche al cinema: sul grande schermo sono tante le storie di amicizia che sono state raccontate. Come quella di Hachiko, il cane di razza Akita protagonista di un film giapponese (1989) e di uno statunitense (2009): Hachiko era talmente fedele al suo umano, il professor Hidesabur? Ueno, che anche dopo la morte improvvisa di Ueno si recò ogni giorno per nove anni alla stazione in cui l’uomo prendeva il treno per recarsi al lavoro. Belle e Sebastien è invece il film, ambientata sulle Alpi Francesi durante la seconda guerra mondiale, che racconta la storia dell'orfanello Sebastien e del suo cane Belle: insieme i due grandi amici riusciranno a superare anche i momenti più tragici della guerra. Più leggera è invece la commedia che ha per protagonista Marley, il bellissimo e vivacissimo Labrador Retriever che sconvolgerà la vita di John, Jenny e i loro tre figli.

Pinterest

 

7. Cani... animati!

Non solo cani in carne e ossa: come non citare le avventure dei cani “animati” che hanno conquistato il cinema? Si parte da Lilli e il Vagabondo, nel 1955, con la storia dell’incontro tra Lilli, una cocker inglese che vive in una famiglia alto-borghese, e Biagio, il cane randagio. Indimenticabile la loro cena a base di spaghetti e polpette. La Carica dei 101, del 1961, porta invece sullo schermo i cuccioli dalmata che sfuggono alla cattiva Crudelia De Mon, decisa a catturarli per ricavarne pellicce di pelle di cane. Il cartone ha avuto anche una trasposizione con cani e attori veri nel 1996. Dal 1969 con “Arriva Charlie Brown” approda al cinema anche Snoopy, il simpatico beagle protagonista della celebre striscia a fumetti Peanuts. Nel 1995 sul grande schermo c’è Balto, il film che racconta la storia vera del cane da slitta che nel 1925 prese parte a una staffetta per consegnare un medicinale alla città di Nome, in Alaska, nella quale era in corso un'epidemia di difterite. Il cagnolino bianco Bolt è invece protagonista del film animato uscito nel 2008: il cane dopo aver trascorso tutta la sua vita sul set di una serie televisiva, pensa di avere dei super poteri e fatica a distinguere la vita vera da quella della fiction.

Pinterest
ULTIME NEWS