Donna Moderna
FocusJunior.it > Animali > Animali selvatici > Perché le cicale “cantano”?

Perché le cicale “cantano”?

Stampa

Per quale motivo nelle caldi giornate d'estate continuiamo a sentire il canto delle cicale? E come si chiama questo canto?

Con l'arrivo della bella stagione, basta fare quattro passi nelle giornate più calde per godersi un vero concerto naturale: uccelli che cantano, fronde degli alberi che frusciano al vento...E cicale che cantano!

CANTANO DAVVERO?

In realtà, il canto non c'entra un bel niente. Le cicale infatti friniscono, ossia producono quel suono caratteristico che viene provocato dalla vibrazione di alcune lamine poste sull'addome che si chiamano timballi. Tale suono viene poi amplificato da speciali camere d'aria che fanno riecheggiare lo stridio in tutta l'area circostante.

Allora perché le cicale friniscono? Per amore!

Il canto di questi insetti alla fine, non è nient'altro che un una specie di serenata: infatti solo i maschi delle cicale "cantano" e lo fanno per attirare le femmine durante la stagione degli amori. I suoni prodotti dall'altro sesso invece assomiglia più a un leggero schiocco di dita.

Tra le varie specie, è la cicala australiana quella più rumorosa: il suo frinire può raggiungere una frequenza di oltre 100 decibel!

QUALCHE CURIOSITÀ

  • Anche se sembrano delle grosse mosche, questi insetti appartengono all'ordine dei Rhynchota, come le cimici.
  • Le cicale vivono anche diversi anni, ma passano solo pochi mesi nella forma che tutti noi osserviamo durante le calde giornate estive. Il resto della loro esistenza viene vissuta sotto forma di larve, ben nascoste nel terreno.
  • Benché la favolistica antica ci abbia abituato ad immaginare la cicala come creatura allegra e priva di preoccupazioni (vi dice niente la favola de La cicala e la formica?), questo insetto invece ha qualcosa di cui avere davvero paura. Oltre ai naturali predatori che cacciano tutti questi tipi d'insetti infatti, esiste un fungo molto particolare, il Massospora cicadina, che attacca solo le cicale, ne consuma il corpo... E le trasforma in zombie! Il fungo infatti inizia a vivere da parassita nell'addome della povera cicala e la costringe ad accoppiarsi ripetutamente in modo da infettare sempre più esemplari.