Donna Moderna
FocusJunior.it > Animali > Animali selvatici > Curiosità animali | Pangolino: un “corazzato” in pericolo

Curiosità animali | Pangolino: un “corazzato” in pericolo

Stampa

Il pangolino è uno degli animali più bizzarri del mondo: è l'unico ad avere il corpo ricoperto da una "corazza". Ma ha anche un altro triste primato: è tra gli animali più contrabbandati del mondo, e questo lo sta mettendo in serio pericolo

Hai mai sentito parlare del pangolino? È un animale davvero bizzarro: una via di mezzo tra un formichiere e un armadillo, ha il corpo completamente ricoperto da scaglie ossee (sono fatte di cheratina, la stessa sostanza che compone unghie e capelli umani e il corno del rinoceronte) che lo rivestono come un'armatura e che lo difendono quando, in caso di attacco, si appallottola su se stesso per proteggere la parte inferiore del suo corpo, l'unica a non avere protezione

 

A "palla" contro i nemici

 

Nonostante l'aspetto così "spinoso", il pangolino è un animale schivo ed è uno dei meno pericolosi al mondo: non è aggressivo (anche perché, non avendo denti, non può mordere!) e vive soprattutto di notte, quando esce a caccia di insetti (può mangiare fino a 20 mila formiche al giorno!) che cattura con la lunghissima lingua, che può arrivare ad avere la stessa lunghezza del suo corpo. 

 

Oltre a tutte queste particolarità, il pangolino è diventato tristemente famoso in questo periodo per un triste primato: è uno degli animali più contrabbandati al mondo,  e i bracconieri lo cacciano per la sua carne (in alcuni paesi orientali considerata una prelibatezza) ma sopratuttto per le scaglie e altre parti del suo corpo, che vengono utilizzate come rimedi "miracolosi" nella medicina orientale: secondo le stime sarebbero più di un milione gli esemplari di pangolino catturati in natura nell'ultimo decennio, nonostante sia già attiva dal 2000 una direttiva che ne vieta il commercio in tutta l'Asia.

 

Ora si stanno moltiplicando le iniziative per cercare di  fermare questa strage: una di queste, patrocinata dall'IUCN (l'unione per la conservazione della natura) si occupa di far conoscere questa specie e di informare le popolazioni dei paesi coinvolti nel traffico illegale, in modo da scoraggiare l'utilizzo di questo animale o di parti di esso. Se vuoi saperne di più sui rischi di estinzione che corre il pangolino, clicca il link 

 

 

ULTIME NEWS