Donna Moderna
FocusJunior.it > Animali > Animali selvatici > La storia di Achille, il lupo zoppo che non viene abbandonato dal branco

La storia di Achille, il lupo zoppo che non viene abbandonato dal branco

Stampa
La storia di Achille, il lupo zoppo che non viene abbandonato dal branco

Rimasto irrimediabilmente menomato a causa di una tagliola, il lupo della Tuscia continua a vivere con il proprio branco,  il quale si prende cura di lui da oltre due anni

Che cos'è la fedeltà? È rimanere al fianco del proprio compagno anche nei momenti di difficoltà, qualunque cosa accada, e i lupi, a dispetto della loro immagine feroce e piuttosto solitaria, hanno ben presente questo concetto.

 

La storia di Achille è infatti una vicenda di estrema lealtà verso il compagno in difficoltà, una vicenda che sta commuovendo il web e che ancora una volta mostra come gli animali siano in grado di stupirci con comportamenti tutt'altro che selvaggi!

Fedeltà a quattro zampe!

Achille è un lupo che vive tra i monti della Tuscia, una zona ricca di natura al confine tra la Toscana, l'Umbria e il Lazio, e la sua vita si è fortemente complicata nel 2014 quando, a causa di una tagliola di un bracconiere, si procura una grave ferita che lo lascia irrimediabilmente zoppo.

 

Il personale della riserva nella quale vive Achille non poteva fare nulla, poiché la ferita si era già calcificata.

 

Per un predatore, questo poteva significare l'impossibilità di cacciare e, quindi, una rapida e tragica fine. Ma il branco, il suo branco, non lo ha abbandonato e ha iniziato a prendersene cura.

 

Durante gli spostamenti infatti, il gruppo si ferma ad aspettare l'amico in affanno, bada che non venga minacciato da altri animali e gli procura il cibo necessario perché rimanga in salute. Non ci si muove senza Achille, e da oltre due anni il lupo ferito riesce a vivere tra l'amore dei compagni.

 

GUARDA IL VIDEO DEL BRANCO DI ACHILLE!

 

 FONTE: Riserva Naturale Monte Rufeno 

Scopri tutto sui lupi!