Focus.it

FocusJunior.it

FocusJunior.itScienzaAmbienteCome fanno gli animali a difendersi dal freddo?

Come fanno gli animali a difendersi dal freddo?

Stampa
Come fanno gli animali a difendersi dal freddo?
pixabay

In inverno, quando le temperature scendono, gli animali hanno varie strategie per riscaldarsi e combattere il freddo

L’inverno, per gli animali selvatici, è una stagione davvero difficile: le giornate sono più brevi e le temperature si abbassano, perciò gli spostamenti diventano molto più faticosi, soprattutto su neve e ghiaccio, e anche procurarsi il cibo può essere una vera e propria impresa, visto che le prede scarseggiano e la vegetazione pure.

Non tutti vanno in letargo

Per questa ragione alcuni animali vanno in letargo, trovano cioè un rifugio e trascorrono molto tempo dormendo, in modo da non disperdere troppe energie e non avere bisogno di troppo cibo per reintegrarle. Oppure migrano, affrontando lunghi viaggi per trovare condizioni di clima e di cibo migliori. Ma quelli che sono "obbligati" a vivere in zone inospitali, come si comportano? Vediamo alcuni esempi.

Volpe artica

La volpe artica (Vulpes lagopus) vive nelle aree più a nord del pianeta, nei territori settentrionali di Russia, Canada, Alaska, Groenlandia e Svalbard, così come in alcune zone di Islanda, Scandinavia e Finlandia. Sopporta temperature che possono arrivare fino a 50 gradi sotto zero grazie a una dieta varia (in inverno, quando il cibo scarseggia, si "accontenta" di topi, uccelli, uova, ma anche molluschi, ricci di mare e persino foche morte) e alla folta coda, che avvolge come una sciarpa attorno al collo.

Capra delle nevi

Un altro animale che vive in zone particolarmente fredde degli Stati Uniti, dalle Montagne Rocciose fino all’Alaska, è la capra delle nevi (Oreamnos americanus). Per resistere in zone così gelide ha un doppio strato di pelo: quello esterno è composto di peli ruvidi che formano una spessa criniera sul collo e sulla parte superiore delle zampe, quello più interno è invece lungo e soffice e serve per mantenere l’animale caldo. Un’altra caratteristica utile sono gli zoccoli corti e quadrati, adatti per non sprofondare nella neve e per arrampicarsi sui pendii ripidi delle montagne.

Macaco giapponese

Il macaco giapponese (Macaca fuscata) viene chiamato anche macaco delle nevi perché vive nelle foreste delle montagne giapponesi ed è abituato ai climi freddi. Ha una pelliccia folta che lo ripara dal freddo, ma per sopravvivere durante l’inverno si sposta a quote più basse, dove fa più caldo, e spesso frequenta le sorgenti termali: è un ottimo nuotatore e quindi si rilassa nell’acqua bollente anche quando il termometro scende di parecchi gradi sotto lo zero!

Renna delle Svalbard

La renna delle Svalbard (Rangifer tarandus platyrhynchus) vive nelle isole Svalbard, le terre abitate più a nord del pianeta. Qui, in inverno, le temperature arrivano anche a 30 gradi sotto zero! Per resistere le renne hanno la pelliccia formata da peli cavi, cioè vuoti, e a forma di cono, capace così di trattenere più calore possibile intorno al corpo dell’animale, senza disperderlo. Gli zoccoli, invece, sono grandi e “scavati”, per impedire di sprofondare nella neve o di scivolare sul ghiaccio.

CATEGORY: 1