Nostro Figlio
FocusJunior.it > Animali > Animali domestici: cani, gatti e altri pet > Lab Focus Wild: come realizzare un guinzaglio allungabile

Lab Focus Wild: come realizzare un guinzaglio allungabile

Stampa

La gestione di Fido sarà semplice e le passeggiate diventeranno piacevoli con questo guinzaglio fatto apposta per lui!

Gli esperti concordano: buona parte dei problemi che riguardano la gestione del cane è legata alla conduzione al guinzaglio.Cani che tirano, si spostano continuamente da una parte all’altra oppure si impuntano e non voglio andare avanti: sono solo alcuni dei problemi più diffusi e fastidiosi, sia per il padrone sia per l’animale.Spesso alla base ci sono delle incomprensioni comunicative che un guinzaglio da 1,5 m allungabile a 3 m, come quello che vi proponiamo di realizzare, aiuta a risolvere, purché si impari a usarlo nel modo corretto.

COSA SERVE

  • Una fettuccia di nylon morbida lunga minimo 4m e larga da 15mm a massimo 20mm
  • 2 moschettoni in acciaio inossidabile da 7 mm con gancio girevole
  • Un anello in acciaio inossidabile da 25 mm a forma di semicerchio
  • Fili di nylon in tinta con la fettuccia
  • Ago oppure macchina per cucire
  • Spilli
  • Un ditale

LA FETTUCCIA PIÙ INDICATA

La scelta della fettuccia è importante: deve essere sufficientemente morbida da non provocare lesioni alle mani nel caso in cui il cane tirasse all’improvviso, facendo scorrere velocemente il guinzaglio. Inoltre più il materiale è leggero e maneggevole, minore è l’ingombro del guinzaglio quando sganciamo il cane. Infine, cucire la fettuccia è più semplice e veloce se il materiale non è molto rigido.

Guarda il video e scopri come realizzare un fantastico guinzaglio allungabile!

IMPARIAMO A COLLABORARE

Andare a spasso con il cane dovrebbe essere un momento di gioia, invece spesso si trasforma in una lotta di strattoni e rimproveri. I motivi che spingono un cane a tirare sono svariati, non ultimi la voglia di prendere distanza da uno stimolo preoccupante, come un altro cane, una persona oppure un oggetto rumoroso come un motorino, e l’esigenza di annusare l’ambiente circostante.

Dove possibile, quindi se la strada è larga oppure in parchi e giardini, allungate il guinzaglio passando da 1,5 m a 3 m per permettere al cane di allontanarsi se qualcosa gli fa paura oppure se ha sentito un odore irresistibile, dove magari vorrebbe lasciare la sua marcatura, quindi comunicare qualcosa. Tenere sempre un cane a guinzaglio corto è come se gli si impedisse di esplorare: immaginate come è frustrante per un animale dall’olfatto sopraffino come il nostro migliore amico.

Come gestire correttamente questo guinzaglio allungabile?
Quando è allungato usate due mani e recuperatelo come se fosse il filo di una canna da pesca se il cane si avvicina; ridate lunghezza se si allontana. Evitate di strattonarlo. Oltre a qualche buona pratica, è sempre utile rivolgersi a un educatore cinofilo per affinare la tecnica e risolvere così alcuni problemi del vivere quotidiano con un cane.