Donna Moderna
FocusJunior.it > Animali > Animali domestici: cani, gatti e altri pet > Curiosità animali | I cibi vietati ai gatti

Curiosità animali | I cibi vietati ai gatti

Stampa

Che cosa si può dare da mangiare, ai nostri amici gatti, e cosa non va, invece, assolutamente messo nella loro ciotola? Scopri una lista di cibi da non dare mai da mangiare a un gatto!

I gatti sono curiosi e golosoni e anche molto insistenti, quando si tratta di assaggiare un alimento che fa loro gola... ma attenzione! Non tutti gli alimenti che ci fanno leccare i baffi fanno bene a chi i baffi... li ha!
Ecco una lista di alimenti da non fare assaggiare ai nostri amici a quattro zampe!

 

NO IL LATTE

Spesso si pensa che ai gatti il latte faccia bene. Invece no: dare troppo latte potrebbe provocare diarrea.

ASSOLUTAMENTE NO AL CIOCCOLATO

Per il cioccolato vale lo stesso divieto che viene fatto ai cani. La cioccolata di cui siamo tutti super ghiotti contiene la teobromina una sostanza che ai noi umani non fa assolutamente male, ma ai gatti il cioccolato può risultare, addirittura, fatale.

NO AI DOLCI

Noi umani li dobbiamo mangiare senza abbuffarci, i mici non devono assaggiarli affatto.

NO AL PESCE CRUDO

I gatti ne vanno matti ed è davvero difficile evitar loro di fiondarsi sulla prima lisca a disposizione. Però il pesce crudo rallenta l'assorbimento della tiamina, una vitamina che, invece, fa super bene ai gatti e li mantiene in salute.

NO AI FORMAGGI
Gatti e mucche non vanno d'accordo! Vale lo stesso discorso fatto per il latte: fate attenzione anche con i formaggi.

NO AL TONNO IN SCATOLA

Le scatolette di cibo per gatti sono spesso a base di pesce. Però, le scatolette di tonno per l'alimentazione umana non sono adatte ai mici perché potrebbero alterare la quantità di mercurio presente nel loro organismo.

NO AGLI INTEGRATORI VITAMINICI

Le vitamine che ci vengono date quando siamo un po' senza forze dopo, ad esempio, una malattia, possono causare delle intossicazioni anche serie ai nostri gatti.

COME CANI E GATTI ANCHE NEL CIBO

Se la convivenza tra un gatto e un cane può essere pacifica e non è necessario dividerli perché non si azzuffano, meglio sarebbe se i due amici non condividessero lo stesso cibo. Le esigenze di nutrizione dei mici, infatti, sono diverse da quelle dei cani.

QUINDI OCCHIO AL PIATTO... ANZI ALLA CIOTOLA DEL GATTO!

 

Fonte: Amoremiao