Donna Moderna
FocusJunior.it > Animali > Animali domestici: cani, gatti e altri pet > Cani: i falsi miti che ci impediscono di capirli!

Cani: i falsi miti che ci impediscono di capirli!

Stampa
Cani: i falsi miti che ci impediscono di capirli!
Ipa-agency

Spesso le leggende metropolitane distorcono l'immaginario collettivo e si trasformano in verità. Ecco alcune convinzioni "fake" sul mondo dei nostri amici cani!

Chiunque abbia a che fare con i cani, perché ne possiede uno o perché semplicemente ama il mondo di questi amici a quattro zampe, prima o poi si sarà sicuramente imbattuto in almeno uno dei tanti falsi miti che circolano sulla cura e l'allevamento di questi animali.

Questi falsi misti - o leggende metropolitane - sono infatti molto diffusi e benché non siano supportati da alcuna prova o evidenza scientifica, essi continuano a circolare perché "tutti dicono così".

Ma quali sono queste false credenze?

Alcune sono così comuni che potrebbero stupirvi:

  • UN CANE CHE SCODINZOLA È UN CANE FELICE
    È vero, i cani esprimono la loro gioia muovendo forsennatamente la coda, ma lo scodinzolio è un riflesso dettato da eccitazione, la quale non è necessariamente legata alla felicità. Per comprendere il vero stato d'animo del cane dunque, è meglio osservare posture e atteggiamenti dell'animale nel loro complesso (eventuali occhi sbarrati, ringhi ecc...) prima di andare incontro a qualche comportamento indesiderato.
  • I DOBERMANN SONO CANI...CHE IMPAZZISCONO
    Anche questa è una leggenda molto diffusa. Si dice infatti che intorno al settimo anno di età i dobermann tendano ad impazzire a causa del cervello "pressato" all'interno del cranio troppo piccolo. Naturalmente non vi è alcuna prova a dimostrazione di ciò, ma l'indole nervosa dell'animale, combinata con la cattiva fama guadagnata nel corso dei decenni, ha contribuito ad alimentare questa falsità.

Il Dobermann è un cane molto forte intelligente e nel corso delle due guerre mondiali venne impiegato in diversi modi, soprattutto per recuperare i feriti. Purtroppo nell'immaginario collettivo questa razza canina è stata associata alle terribili SS naziste - che per alcuni avrebbero addirittura condotto esperimenti genetici per rendere i cani delle macchine di morte - gettando un'ombra d'ingiustificata diffidenza che ancora oggi grava su questi meravigliosi animali.
Credits: Ipa-agency

  • SE IL CANE HA IL NASO UMIDO, VUOL DIRE CHE STA BENE
    No, significa solo che è ben idratato!
  • AD UN CANE GRANDE SERVE UNA CASA GRANDE
    "Eh, ci piacerebbe prendere un cane, ma non abbiamo il giardino"; quante volte avete sentito questa frase?
    Certo, avere un giardino dove far correre Fido è un bel vantaggio, ma ciò non significa che un cane di taglia medio-grande non possa vivere in un appartamento; alla fine un animale, per quanto grosso, non occupa più spazio di una persona!
    Più che la stazza quindi è il temperamento di una razza a poter fare la differenza: esistono razze più mansuete e placide e altre che invece necessitano di più spazio per dare sfogo alla loro vivacità.

  • UN ANNO CANINO CORRISPONDE A SETTE ANNI UMANI
    Non è così. Il primo anno del cane corrisponde a circa 15 anni, il secondo invece a circa 9-10 anni (un cane di 2 anni avrebbe dunque i "nostri 24-25 anni"). Gli anni successivi poi possono variare a seconda della taglia del cane.
  • I CANI VECCHI NON IMPARANO PIÙ
    Molti pensano che solo i cuccioli possano imparare: è falso! Certo, i piccoli sono molto più predisposti, ma anche i cani anziani continuano ad apprendere; anzi, per loro è fondamentale per restare con la mente "attiva"!

Tratto da Focus Wild

ULTIME NEWS