Donna Moderna
FocusJunior.it > Animali > Allarme WWF: in 40 anni dimezzata la popolazione animale!

Allarme WWF: in 40 anni dimezzata la popolazione animale!

Stampa

In meno di cinquant'anni più del 50 per cento degli animali selvatici è stato spazzato via dai cambiamenti imposti dall'uomo. Una tendenza che si fa sempre più pericolosa e mette a repentaglio la biodiversità del pianeta!

Siamo ancora in tempo per rimediare, ma l'inversione di tendenza non può più aspettare: la vita animale sta sparendo dal nostro pianeta.

 

Dai dati riportati sul Living Planet Report, il biennale dossier del WWF (redatto con la collaborazione della Zoological Society of London) sulla situazione delle forme viventi che popolano la Terra, il 58% della popolazione animale in libertà è scomparsa in poco più di 40 anni.

 

Oltre 3.700 specie tra mammiferi, pesci, uccelli e rettili sono state coinvolte in un complesso calcolo che, dal 1970 fino ai giorni nostri, ha mostrato come in questo relativamente breve lasso di tempo, la  vita animale si sia più che dimezzata.

Pixabay

Le cause sono note: inquinamento, caccia illegale, cambiamento del clima e distruzione dell'habitat naturale.

In particolare, pare che le specie più colpite siano quelle a contatto con un'ambiente acquatico e umido, poiché si trovano più spesso a contatto con il distruttivo agire umano.

 

Di questo passo, la popolazione dei vertebrati scenderà di 2 punti percentuali ogni anno e gli enti a tutela dell'Ambiente lanciano l'ennesimo, accorato appello, affinché si sospenda il traffico illegale di merci animali e si inizi a pensare di più al mantenimento della biodiversità!

 

FONTE: WWF, BBC