Donna Moderna
FocusJunior.it > Animali > Il mondo visto con gli occhi di un gatto

Il mondo visto con gli occhi di un gatto

Stampa
Il mondo visto con gli occhi di un gatto

I gatti vedono bene nell'oscurità. Ma in che modo vedono, realmente i nostri amici mici? Guarda, in queste foto, la vera visione di un gatto. E scopri perché è proprio così.

Come vede il mondo il nostro micio? Forse hai letto quali sono le caratteristiche della visione dei gatti, ma non hai mai davvero visto come se avessi gli occhi del tuo micio! A colmare questa lacuna ha pensato il fotografo Nicholay Lamm con le sue straordinarie foto! Un gatto vede proprio come nelle immagini che vi mostriamo in questa fotogallery! Poi leggi, dopo la gallery, i segreti degli occhi del gatto.

 

Tutta questione di campo visivo

C'è una bella differenza tra come vedono i gatti e come vediamo noi uomini , non trovi? La ragione di una visione così particolare dei mici è dovuta a vari fattori. Eccoli. 
- Il campo visivo dei gatti arriva fino a circa 200 gradi contro i 180 di noi uomini: vuol dire che "vedono più largo".
- La capacità di visione periferica (ossia il saper vedere ai bordi esterni del proprio campo visivo senza girare la testa) è di 30 gradi nei gatti e di 20 nell'uomo. È per questa ragione che, nelle foto sopra, gli estremi destro e sinistro della visione dei gatti appaiono sfocati.
- Dove i gatti perdono, contro noi uomini, è nella capacità di mettere a fuoco gli oggetti lontani : ciò che noi vediamo bene tra i 30 e i 60 metri di distanza, il gatto vede altrettanto bene solo se si trova ad appena 6 metri da lui.

- I gatti, però, si rifanno subito con  la capacità di visione notturna , che è fino a 8 volte più acuta di quella umana. Questo primato dipende da due caratteristiche: un maggior numero di “bastoncelli” (sono le cellule specializzate nel catturare le luci fioche), e il “tapetum lucidum” uno strato di cellule che “amplifica” la più debole luce notturna prima che arrivi alla retina. 

Lo svantaggio, per i mici, è che l'intensa luce del giorno ne rende la vista meno acuta. Per questa ragione le pupille del gatto sono di forma ellittica anziché tonda come nell'uomo: quando la luce è forte possono diventare super sottili e bloccarla quasi tutta.
I cani vedono bene solo alcuni colori e i gatti non fanno eccezione. Infatti se la cavano con blu, verde, giallo e violetto. Mentre vedono male rosso, arancione e marrone. Questo perché, diversamente dall'uomo, nella zona centrale della retina i gatti hanno meno “coni”, ossia le cellule specializzate nella percezione dei colori.
Una curiosità: a causa della conformazione della retina, se un animale si muove molto lentamente a un gatto sembrerà fermo. In compenso  nessun micio si farà sfuggire la visione di un topino che se la fila a tutta birra.