Categories: Animali

10 cose che (forse) non sai sulle migrazioni degli animali

1 – Con un’apertura alare di appena 10 cm, le farfalle monarca (Danaus plexippus) coprono distanze incredibili. In autunno, milioni di esemplari migrano da Nord America e Canada fino al Messico, dove vanno a svernare dopo un volo di 4.000 km!

2 – L’uccello migratore che viaggia di più è la sterna codalunga (Sterna paradisaea). Ogni 6 mesi si sposta tra le aree polari degli emisferi Nord e Sud, seguendo rotte diverse per sfruttare la spinta dei venti. Fra andata e ritorno, percorre circa 70 mila km!

3 – Quando in Africa arriva la stagione secca, gli erbivori si mettono in cerca di pascoli verdi: ogni anno, più di un milione e mezzo di gnu e zebre lascia la Tanzania per il Kenya, dando vita a una delle più imponenti migrazioni del regno animale.

4 – Tra giugno e luglio, foche, delfini, albatri, sule, squali e anche molti subacquei si ritrovano lungo le coste di KwaZulu-Natal, in Sudafrica. L’occasione è la Sardine run, imponente migrazione di sardine (Sardinops sagax), che formano enormi banchi.

5 – Una delle migrazioni più spettacolari è quella dei granchi rossi del genere Gecarcoidea. I più famosi sono quelli di Christmas Island, un’isola a nord dell’Australia che, ogni anno, nella stagione delle piogge, viene coperta da un fiume di crostacei in marcia verso il mare.

6 – Le formiche africane del genere Dorylus abbandonano il formicaio quando il cibo scarseggia e si mettono in marcia. Formano colonne di milioni di individui, che mettono in fuga anche animali di grossa taglia: per questo sono chiamate formiche scacciatrici.

7 – La più lunga migrazione di un mammifero documentata è quella di una balena grigia (Eschrichtius robustus). Partita dalla costa russa del Pacifico, ha raggiunto quella messicana ed è tornata indietro, percorrendo 22.500 km in 171 giorni.

8 – Le tartarughe marine vivono e si accoppiano in mare ma depongono le uova a terra, nella sabbia. Per farlo, raggiungono le stesse spiagge dove sono nate, dopo migrazioni di migliaia di chilometri, orientandosi con il campo magnetico terrestre.

9 – I pipistrelli europei non migrano: d’inverno rallentano le funzioni vitali ed entrano in una sorta di letargo. In Africa, invece, ogni anno 8 milioni di pipistrelli della frutta (Eidolon helvum) oscurano il cielo spostandosi dalle foreste del Congo al Kasanka National Park, in Zambia.

10 – Durante la stagione secca, le locuste del deserto (Schistocerca gregaria) sono animali solitari. Con l’arrivo delle piogge, però, entrano in fase gregaria: si riproducono moltissimo e iniziano a migrare in massa, formando sciami anche di miliardi di individui, che divorano tutto quello che trovano.

GUARDA ANCHE IL NOSTRO VIDEO SULLE 5 COSE CHE NON SAI SULLE MIGRAZIONI DEGLI ANIMALI

This post was last modified on 8 agosto 2022 17:57

Share
Published by
Niccolò De Rosa

Recent Posts

La sonda Juno ci mostra Europa come non l’abbiamo mai vista

La luna di Giove è uno dei corpi celesti più interessanti del nostro Sistema solare,…

3 ottobre 2022

Scuole nel mondo: come si studia negli altri Paesi?

Paese che vai, scuola che trovi: ecco tradizioni, regole e curiosità sulle scuole di tutto…

3 ottobre 2022

Tutto sulle formiche: caratteristiche, comportamento e popolazione

Vivono in colonie, sono presenti in quasi tutto il mondo e forse non sono così…

3 ottobre 2022

Curiosità animali: perché i pinguini non volano?

Sono uccelli, ma non volano: i pinguini sono i più famosi, ma ne esistono tanti…

3 ottobre 2022

I mostri di Halloween: storie e travestimenti

Vampiri, fantasmi, zombi sono i personaggi che popolano la festa più paurosa dell’anno. Qual è…

3 ottobre 2022

Halloween in Italia e nel mondo: i segreti di una festa che ci appartiene (anche se non lo sappiamo)

Halloween, la festa più diffusa al mondo è alle porte e si annuncia quest’anno più…

3 ottobre 2022
Loading