Donna Moderna
FocusJunior.it > Animali > 10 cose che (forse) non sai sulle migrazioni degli animali

10 cose che (forse) non sai sulle migrazioni degli animali

Stampa

Alcune specie compiono viaggi di migliaia di chilometri per trovare il posto giusto dove riprodursi. Ecco 10 interessantissime curiosità sulle migrazioni degli animali

1 - Con un’apertura alare di appena 10 cm, le farfalle monarca (Danaus plexippus) coprono distanze incredibili. In autunno, milioni di esemplari migrano da Nord America e Canada fino al Messico, dove vanno a svernare dopo un volo di 4.000 km!

2 - L’uccello migratore che viaggia di più è la sterna codalunga (Sterna paradisaea). Ogni 6 mesi si sposta tra le aree polari degli emisferi Nord e Sud, seguendo rotte diverse per sfruttare la spinta dei venti. Fra andata e ritorno, percorre circa 70 mila km!

3 - Quando in Africa arriva la stagione secca, gli erbivori si mettono in cerca di pascoli verdi: ogni anno, più di un milione e mezzo di gnu e zebre lascia la Tanzania per il Kenya, dando vita a una delle più imponenti migrazioni del regno animale.

4 - Tra giugno e luglio, foche, delfini, albatri, sule, squali e anche molti subacquei si ritrovano lungo le coste di KwaZulu-Natal, in Sudafrica. L’occasione è la Sardine run, imponente migrazione di sardine (Sardinops sagax), che formano enormi banchi.

5 - Una delle migrazioni più spettacolari è quella dei granchi rossi del genere Gecarcoidea. I più famosi sono quelli di Christmas Island, un’isola a nord dell’Australia che, ogni anno, nella stagione delle piogge, viene coperta da un fiume di crostacei in marcia verso il mare.

6 - Le formiche africane del genere Dorylus abbandonano il formicaio quando il cibo scarseggia e si mettono in marcia. Formano colonne di milioni di individui, che mettono in fuga anche animali di grossa taglia: per questo sono chiamate formiche scacciatrici.

7 - La più lunga migrazione di un mammifero documentata è quella di una balena grigia (Eschrichtius robustus). Partita dalla costa russa del Pacifico, ha raggiunto quella messicana ed è tornata indietro, percorrendo 22.500 km in 171 giorni.

8 - Le tartarughe marine vivono e si accoppiano in mare ma depongono le uova a terra, nella sabbia. Per farlo, raggiungono le stesse spiagge dove sono nate, dopo migrazioni di migliaia di chilometri, orientandosi con il campo magnetico terrestre.

9 - I pipistrelli europei non migrano: d’inverno rallentano le funzioni vitali ed entrano in una sorta di letargo. In Africa, invece, ogni anno 8 milioni di pipistrelli della frutta (Eidolon helvum) oscurano il cielo spostandosi dalle foreste del Congo al Kasanka National Park, in Zambia.

10 - Durante la stagione secca, le locuste del deserto (Schistocerca gregaria) sono animali solitari. Con l’arrivo delle piogge, però, entrano in fase gregaria: si riproducono moltissimo e iniziano a migrare in massa, formando sciami anche di miliardi di individui, che divorano tutto quello che trovano.

GUARDA ANCHE IL NOSTRO VIDEO SULLE 5 COSE CHE NON SAI SULLE MIGRAZIONI DEGLI ANIMALI

Chris standing up holding his daughter Elva