Italia | Ecco alcuni fatti storici che devi conoscere!

 Stampa
cose-da-sapere-italia-bandiera_01

Vi siete mai chiesti perché la bandiera italiana è verde, bianca e rossa? E sapete chi ha scritto l'inno nazionale? Ecco le risposte a queste e ad altre domande sul nostro Paese!

Per essere preparati sul nostro Paese, l'Italia, ecco alcune cose che tutti dobbiamo sapere.

IL TRICOLORE

La bandiera italiana è bianca rossa e verde. Ma vi siete mai chiesti perché abbia proprio questi tre colori? Le motivazioni sono varie. La prima: perché sono i colori che rappresentavano molti dei regni del nostro Paese prima dell'unità: anche la Repubblica Cisalpina li aveva adottati per la propria bandiera. Il 7 gennaio 1797, quando è nata la bandiera italiana, si è deciso di crearla sul modello di quella francese, ossia a bande verticali. E che i colori sarebbero stati il verde, il rosso e il bianco.
Nel tempo questi tre colori hanno preso significati ben precisi: il rosso è il sangue dei caduti per la patria, il bianco il simbolo dei nostri monti innevati e della saggezza, il verde rappresenta le nostre terre e la speranza.

L'INNO D'ITALIA

L'Inno d'Italia è stato scritto nel 1847 dal patriota Goffredo Mameli. L'aveva intitolato "Il Canto degli Italiani"  ma noi lo conosciamo come Fratelli d'Italia, perché è il titolo che negli anni ha sostituito il titolo originale.
on tutti sanno che questa canzone è stata adottata come inno provvisorio d'Italia il 12 ottobre 1946 e che è stato ufficialmente riconosciuto come tale solamente a partire dal 17 novembre 2005.

LA SPEDIZIONE DEI MILLE

Il nostro Paese è arrivato all'unità dopo un periodo storico, il Risorgimento, in cui una serie di guerre per l'indipendenza e di rivolte popolari hanno portato a questo risultato. L'evento storico che ha segnato questo cambiamento è stato l'incontro tra Giuseppe Garibaldi (che aveva guidato la spedizione dei Mille per conquistare il Regno delle due Sicilie) e Vittorio Emanuele II (futuro re d'Italia e all'epoca sovrano del Regno di Sardegna). I due si incontrarono a Teano (Campania) il 26 ottobre 1860 e lì, Garibaldi cessò di combattere e consegnò al re le terre conquistate pronunciando la celebre esclamazione "Obbedisco!".

L'ITALIA PRIMA DELL'UNITÀ
Il 17 marzo 1861 è la data che i libri di storia segnano come l'inizio dell'Unità d'Italia. Corrisponde al giorno in cui Vittorio Emanuele II viene nominato re d'Italia e il suo regno, il Regno di Sardegna, viene proclamato Regno d'Italia poiché erano stati conquistati, e annessi ad esso, tutti gli altri piccoli stati italiani. Da questo momento ha cominciato a diventare un paese unito.

07 Novembre 2016
COMMENTI
Ci sono 1 commenti
21 Novembre 2016 18:05
CHE NOIA !!!!!!!!!!!!
es el mitos
Per poter aggiungere un commento fai login oppure registrati!

ULTIME NEWS
Dati statistici | La media: come si calcola?
24 Maggio 2017 
Condividi
Sta per finire la scuola: sei contento?
21 Maggio 2017 
Condividi
Divertenti barzellette in inglese
20 Maggio 2017 
Condividi
Geografia d'Italia | Emilia Romagna
19 Maggio 2017 
Condividi