Lo sapevi che | Perché il gesso aggiusta le ossa rotte?

 Stampa
braccio-rotto_01

A volte capita, ahimé: giocando o scivolando succede un... patatrac e l'osso si rompe. Che male! Ma, per fortuna, il gesso aggiusta le ossa. Come fa? Sicuramente non con la pozione Ossofast di Harry Potter! Leggi qui.

Sfatiamo un mito : il gesso non fa proprio nulla alle ossa! Non le aggiusta, non le guarisce . Quando un osso si rompe  si ripara da sé ! Anche le ossa, infatti (come del resto tutto il nostro organismo), sono composte di tessuti vivi che si riformano, rigenerano e si riparano . Esattamente come capita con i tagli sulle dita e le sbucciature al ginocchio.

 

Ma allora a cosa serve il gesso?

Quando un osso si frattura , il dottore lo avvolge con  bende immerse nel gesso  liquido che, quando diventa solido, mantengono le due estremità dell'osso spezzato nella posizione corretta. In questo modo il medico si assicura che le due parti si saldino nella loro posizione originaria.  La frattura si aggiusta naturalmente, senza alcun intervento umano, grazie alle meravigliose cellule specializzate dette osteoblasti,  che in poche settimane riempiono la frattura con nuova materia ossea e saldano le due estremità separate dalla frattura! Il corpo umano è  meraviglioso, non è vero?

 

La diagnosi delle fratture

Se la frattura non è esposta (se, cioè, non è così grave che l'osso rotto è uscito dalla pelle), per essere certi che si tratti proprio di una frattura e non di una contusione (ossia un colpo) è necessario indagare l'interno della zona colpita usando i raggi X .
Le fratture possono essere semplici o composte . Una frattura è semplice quando l'osso è spezzato di netto, lungo una linea, in due parti. È invece composta quando l'osso è rotto in più pezzi .
Prima di mettere il gesso che manterrà l'osso nella giusta posizione fino a guarigione avvenuta,  l'ortopedico (ossia il medico specialista delle ossa) potrebbe dover allineare i due monconi di osso, per evitare che si saldi in una posizione sbagliata e innaturale .
Dopodiché, in circa un mese o poco più , sulla parte spezzata si forma  il cosiddetto " callo osseo " che unisce le due parti e ridà all'osso, in maniera naturale, la sua funzionalità.

 

02 Gennaio 2016
Non ci sono ancora commenti!
Per poter aggiungere un commento fai login oppure registrati!