Quanto tempo abbiamo per salvare la Terra?

 Stampa
terra-deserto

L'Earth day (la giornata della Terra) del 22 aprile si sta avvicinando e proprio in questi giorni ha detto la sua Jared Diamond, noto studioso di antropologia, biologia e geografia: «Di questo passo la Terra per come la conosciamo potrebbe sparire entro trent'anni. Ma abbiamo gli strumenti per salvarla». Leggi in che modo!

Entro tre decenni l'uomo potrebbe aver danneggiato irreparabilmente il nostro pianeta. Sembra un avvertimento da film catastrofico dove alla fine tutto si risolve come per miracolo, ma a parlare non è un attore ma l'eminente studioso Jared Diamond

Allarme rosso!

Diamond, biologo, geografo, linguista ed ornitologo (cioè studioso degli uccelli) ha vinto nel 1998 l'ambitissimo Premio Pulitzer grazie al suo saggio Armi, acciaio e malattie e da decenni studia il comportamento delle civiltà umane in relazione all'ambiente in cui vivono.

Nei giorni precedenti all'International Earth Day che si celebra ogni 22 aprile in 193 Paesi, il dott. Diamond ha rilasciato un'intervista al quotidiano la Repubblica, mostrando tutta la sua preoccupazione per la situazione della nostra malandata Terra.

 

«Abbiamo trent’anni per evitare la catastrofe - dice a la Repubblica - Entro tre decenni potremmo aver completamente distrutto la Terra. Ma ci sono già gli strumenti per correggere la rotta, quella che manca è solo la volontà politica».

 

Devono essere i Governi dunque a rimboccarsi le maniche e attuare soluzioni efficaci per limitare l'inquinamento, il disboscamento e la caccia incontrollata alle risorse animali.

Come?

I più grandi Paesi industrializzati (U.S.A e Cina), producono da sole il 34% delle emissioni inquinanti mondiali, ma i dati calerebbero drasticamente se si cominciassero ad usare in modo diffuso energie alternative come quella solare, la cui tecnologia è già abbastanza avanzata per soppiantare gradualmente il petrolio.

inquinamento-pechino
Qualche mese fa a Pechino lo smog impediva di vedere oltre qualche centimetro dal proprio naso!

Smettere di inquinare però non basta secondo il Dott.Diamond: occorre anche imporre leggi che tutelino la flora (evitando quindi disboscamenti "selvaggi") e la fauna, soprattutto quella marina, che da decenni si vede minacciata da una pesca scriteriata che spreca ben più del 30% dei pesci che finiscono tra le reti.

Senza simili misure, più della metà delle specie animali saranno condannate all'estinzione e l'umanità stessa si ritroverà senza cibo sufficiente.

Anche noi comuni cittadini possiamo dare il nostro contributo

Ciascuno, nel suo piccolo, può risparmiare energia (spegnando gli apparecchi elettronici in stand-by, non accendendo l'aria condizionata senza un effettivo bisogno...) e inquinare di meno (andando in giro a piedi o in bici)!

 

 

18 Aprile 2017
Non ci sono ancora commenti!
Per poter aggiungere un commento fai login oppure registrati!